Giorno 48 - il Conteggio dell'Omer

Giorno 48 -  Yesod di Malkuth: 
Legame nella nobiltà





Il conteggio di oggi ci invita a ragionare sulla fiducia. Sarebbe impensabile costruire una relazione di fiducia con ogni persona che si incontra, è però sensato imparare a fidarci di noi stessi, della nostra capacità di scegliere le persone con cui ci relazioniamo e di affrontare le eventuali situazioni inaspettate.
Abbiamo già parlato di Bolwby e della sua teoria della "base sicura" e della necessità di sentirsi al sicuro per essere in grado di esplorare. Oggi facciamo un passetto in più e verifichiamo che durante tutta la nostra vita vi sono dentro di noi due spinte antitetiche, il bisogno di appartenenza e il bisogno di individuazione.
Meditiamo oggi su queste due forze.

" Una forma di sana indipendenza non dovrebbe impedire di legarsi con un'altra persona. Al contrario: la fiducia in sè stessi permette di rispettare e aver fiducia nella sovranità degli altri, permettendo di creare un legame; il tipo di legame che, invece di indebolire, rafforza la vostra stessa nobiltà
La mia sovranità mi impedisce di legarmi con gli altri? Questo a causa di una mia più profonda insicurezza, di cui non sono consapevole? Sono in grado di capire che il mio timore di legarmi riflette una mancanza di fiducia nella mia sovranità?
Concretizza la tua sovranità, intensificando il tuo legame con una persona che ti sta accanto."

La parte scritta in blu deriva direttamante da:
Meditazioni di Simon Jacobson 
Fonte: it.chabad.org


Post a cura di  Giovanna Massari

Commenti