Giorno 39 - il Conteggio dell'Omer

Giorno 39 - Netzach di Yesod: 
Resistenza nel legame



Proseguiamo con l'intento intrapreso dall'inizio di questa settimana  offrendo qualche riferimento in più per comprendere meglio le Sephiroth implicate nel conteggio del giorno.

"Nella visione cabalistica, l'albero della vita è uno schema costituito da 10 entità, chiamate sefiroth, contraddistinte da un nome che ne sottolinea qualità e funzioni, che agiscono come lenti di colore e gradazione diversa. Sono 10 visuali che si interconettono: ne consegue che il panorama globale viene ampliato dinamicamente per effetto di una creazione di nuovi circuiti cerebrali che hanno per effetto un aumento dell'intelligenza: si rompe così quel circolo chiuso che si usa chiamare destino." Jarona Pinhas nel suo libro " La saggezza velata" ci offre questo spunto di riflessione per meglio comprendere il concetto di sefiroth e intuire l'importanza della panoramica fatta con il  conteggio dell'omer. Concatenare le diverse qualità delle sefiroth così come stiamo osservando con il conteggio non significa ad ogni modo censurare, amputare un metodo o una gradazione rispetto a un altro, ma utilizzare entrambi i poli come propulsori, disinnescando l'intromissione della razionalità, l'ossessione del controllo continuo, la necessità della logica binaria tipiche dell'essere umano. L'albero della vita quindi contiene una serie quanto mai vasta di dinamiche interattive tra le varie sefiroth. Oggi ci interesseremo dell'interazione Netzach - Yesod. Lungo il pilastro destro dell'albero della vita, Netzach si trova subito al di sotto di Chesed, anche figurativamente ciò ci rimanda a una delle peculiarità di Netzach, il discendere dell'amore (chesed) dal campo puramente interiore a quello più decisionale e pratico. Netzach è tutto quell'insieme di moti del cuore, di parole e azioni volti a salvaguardare e a concretizzare l'amore. All'anima non basta amare, abbiamo bisogno che questo sentimento acquisti durevolezza, stabilità, continuità, per poter reggere i continui alti e bassi, distacchi e riavvicinamenti che potrebbero allontanare da ciò che l'amore dovrebbe portare con sé, gioia e soddisfazione. Netzach è la resistenza alle forze disgregative, la capacità di rimanere saldi nelle prove più difficili, interne ed esterne. Secondo il Chasidismo, Netzach corrisponde all'esperienza della sicurezza, "bitachon" che significa attaccare, unire. Netzach è la colla che tiene insieme i due poli che l'amore desidera riunificare. Nella visione cabalistica è una sefiroth connessa con l'immagine della montagna e il confrontarsi con una montagna aiuta il ridimensionamento del proprio ego. Di fronte alla sua maestosità ci sentiamo più piccoli e la modestia arriva nei nostri cuori.
Come interconnettere Netzach con Yesod? La cabala afferma che l'emozione connessa con Yesod è la verità/emet. Può indubbiamente suonare strano collocare la verità nell'ambito della sfera emotiva, siamo abituati a un concetto astratto, intellettuale, ma la verità può essere un'emozione nel momento in cui ad esempio immaginiamo lo sforzo fatto ad esempio con la menzogna, riscontrabile ad esempio a un livello fisico con la conseguente alterazione dello stato psichico. Una sfumatura della verità aderente al discorso che stiamo portando avanti potrebbe essere la capacità di "verificare" se stessi all'interno di una relazione emotiva.

"IUna componente essenziale del legame è la sua resistenza, la sua capacità di resistere alle sfide e alle battute d'arresto. Senza la resistenza non vi è alcuna possibilità di sviluppare un vero legame. Mi impegno totalmente con la persona con cui ho il legame? Quanto riesco ad essere resistente nei legami? Sono pronto a lottare per mantenerli vivi? La persona con cui ho il legame è consapevole della mia dedizione?

Esercizio per il giorno: dimostra il livello di resistenza del legame, affrontando una sfida che lo ostacola.."

La parte scritta in blu deriva direttamante da:
Meditazioni di Simon Jacobson 
Fonte: it.chabad.org


Post a cura di  Sara De Amicis 

Commenti