Giorno 6 - il Conteggio dell'Omer

Giorno 6 - Yesod di Chesed: 
legame nella benevolenza




La suggestione di oggi ci viene offerta dalla chimica.
 Avrete notato che quando parlo di ciò che avviene tra le persone utilizzo sempre il termine  relazione questo perché nella Cabala i termini sono importanti. La parola "rapporto" ad esempio, che alcune persone utilizzano, se la osserviamo in senso etimologico e matematico significa divisione. 
Il termine "legame" nelle fantasie dalla maggior parte di noi si connette a vincolo, qualcosa che priva della libertà, ma se andiamo a cercare l'etimo di questa parola saremo sorpresi 
che il primo significato è appunto chimico.

Gli elementi chimici così come le persone si combinano tra loro formando legami più o meno stabili che hanno la virtù di trasformare gli elementi in qualcosa di diverso  dalla loro somma e giustapposizione, così che l'ossigeno ad esempio ha la proprietà di alimentare il fuoco, ma se due atomi di ossigeno si combinano con un atomo di idrogeno otteniamo l'acqua che notoriamente è tutt'altro che infiammabile.
Approfondendo ancora la questione etimologica scopriamo che legare deriva dalla parola "legge" ancora intesa nella sua accezione di Leggi della Natura che in virtù di forze elettriche tengono insieme gli atomi del mondo.
Non stupirà a questo punto che la radice sanscrita 
a-ling-a-mi significhi "abbraccio d'onde".


Prima di lasciarvi all'esercizio proposto da Simon Jacobson un'ultima suggestione: spostandoci su un altro livello interpretativo abbiamo l'immagine di un uomo e una donna che si uniscono e generano un figlio. 

 " Affinché l'amore sia eterno richiede una connessione intima, di cui  beneficiano entrambe le parti. Questo legame porta al frutto, il frutto nato da un'unione sana.
Esercizio per il giorno: inizia a costruire qualcosa di costruttivo insieme ad una persona cara"

La parte scritta in blu deriva direttamante da:
Meditazioni di Simon Jacobson 
Fonte: it.chabad.org


Post a cura di Giovanna Massari 

Commenti