Giorno 2- il Conteggio dell'Omer

Giorno 2 - Geburah di Chesed: 
disciplina nella benevolenza





Le suggestioni del periodo dell'Omer, a differenza dei lavori invernali, consentono di meditare sulle foglie e sui frutti delle nostre vite.
In attesa del raccolto occorre prendersi cura delle piante. 
Il secondo giorno è particolarmente adatto a riflettere su cosa vuol dire "accudire" 
Geburah rappresenta il discernimento, Chesed la benevolenza. 
Ci separiamo dall'idea di essere tutt'uno con l'altro e accettiamo la possibilità che l'altro sia una persona dotata di desideri, intenzioni e credenze sue proprie.
Solo rinunciando ad una relazione simbiotica possiamo conoscere l'altro e cominciare ad amarlo.

 "L'amore deve essere orientato correttamente. Prendete il caso di un genitore che nel nome dell'amore ha creato dei danni al figlio, oppure qualcuno che soffoca il proprio coniuge con tanto amore da non concedere alcun spazio personale.

Esercizio per il giorno: Aiuta qualcuno alle sue condizioni, non alle tue. interessati sulle sue specifiche esigenze, anche se è necessario un tuo impegno"


La parte scritta in blu deriva direttamante da:
Meditazioni di Simon Jacobson 
Fonte: it.chabad.org

Pillola di psicologia:
La teoria della mente (ToM) è la capacità di attribuire stati mentali (credenze, intenzioni, desideri,emozioni, conoscenze) a se stessi e agli altri e la capacità di comprendere che gli altri possono avere credenze e desideri diversi dai nostri. 
Compare gradualmente nell'arco dei primi anni di vita e il bambino magicamente ad un certo punto comincia a comprendere che il suo punto di vista non è l'unico possibile.
Nel video un esperimento classico dello studio della teoria della mente...




Il post è a cura di Giovanna Massari e Sara De Amicis

Commenti